Godblessyoo: benedire in Rete

Condividi:

L’applicazione Godblessyoo del francese Sébastien Poncelet è stata usata domenica 25 da papa Francesco per benedire il nostro Pianeta.

Come racconta nel suo articolo agenzia informativo internazionale no-profit Zenit,  papa Francesco, a margine dell’Udienza generale di mercoledì 21 giugno scorso, ha segnato una croce sulla foto del pianeta Terra visto dallo spazio sullo schermo dello smartphone di Sébastien Poncelet. L’applicazione mobile permette infatti di effettuare delle benedizioni elettroniche sul web e sulle reti sociali.

Spieghiamo meglio. Dopo aver scaricato e installato l’app, al momento disponibile solo in alcune nazioni, viene richiesta la registrazione dell’utente e la modalità con cui si vuole “benedire”: segno della Croce, l’ictus o cuore. L’app diventa attiva. Bastano tre mosse per una “e-benedizione”:  scattare una foto o sceglierne una già memorizzata, effettuare la nostra “benedizione” con il segno prestabilito e condividerla con chi desideriamo.

Possiamo dire addio ai pellegrinaggi verso i santuari per benedire gli oggetti sacri o gli strumenti del nostro lavoro e non solo?

Forse è un po’ presto. Temo di più l’evoluzione delle catene di S. Antonio con selfie discutibili e la conseguente confusione fra la «benedizione» e le varie forme di adesione emotiva espressa con «mi piace» a qualche immagine iconica: un bambino affamato, due sposini, un malato di cancro, un Gesù misericordioso.

Il pericolo maggiore, però, è quello di abituarsi alla “digitalizzazione della religione”. Prendiamo il rosario quotidiano trasmesso da Radio Maria o TV2000: la cadenza ritmata della preghiera diventa il sottofondo delle nostre attività quotidiane – guidare, studiare, rassettare – anziché un aiuto alla recita per chi è solo. Cosa rimane della contemplazione dei misteri? Il rosario come la playlist dell’iPod.

Il pericolo della digitalizzazione è l’appagamento dei desideri, l’anestetizzazione della volontà e la consolazione della coscienza: abbiamo fatto quello che abbiamo potuto. Nonostante tutti i nostri tentativi e i nostri sforzi, il digitale possiede la sola dimensione orizzontale ed è incapace di elevarsi verso l’alto.

La digitalizzazione ha coinvolto ieri il rosario e oggi la benedizione. Domani? I maggiori sforzi di digitalizzazione sono stati portati al sacramento della Riconciliazione. Fino a quando resisterà?

 

Condividi:
Sommario

Godblessyoo, permette di effettuare delle benedizioni elettroniche sul web e sulle reti sociali.

  • Questo articolo è interessante (0 no - 5 sì)?
User Rating: 0 ( 0 Votes )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.