5 trend covid-19

I 5 trend imposti dal Covid-19

Condividi:

Quali sono stati i trend tecnologici che hanno visto un’accelerazione dopo la pandemia da Covid-19?

Avevamo già parlato di quanto la pandemia avesse modificato i trend tecnologici di inizio anno. Oggi c’è da chiedersi quali di questi trend hanno subito un’accelerazione dopo il lockdown da Covid-19.

La multinazionale di consulenza strategica Accenture ha presentato la sua Technology Vision 2020, un documento sul rapporto tra persone e tecnologia. Per questo più che di un “tech lash” (rifiuto dei consumatori nei confronti della tecnologia) parlano di un “tech clash” (uno scontro fra i valori dei consumatori e i modelli tecnologici che seguono regole di impresa datate).

Per superare questo tech clash le aziende dovranno confrontarsi principalmente con 5 trend che si sono imposti in seguito dalla pandemia di Covid-19.

Scopriamo quali sono questi 5 trend tecnologici: 

  • The I in experience

Il rapporto tradizionale tra aziende e persone è cambiato, l’obiettivo è diventare dei veri partner per i clienti. Compagnie di successo si stanno focalizzando sull’uomo per le loro interazioni digitali, definendo così una collaborazione più sincera nell’esperienza digitale.

I metodi esistenti di fidelizzazione, basati sulla raccolta e l’analisi di un numero consistente di dati, falliscono in trasparenza e segretezza, richieste invece dai clienti.

Le aziende che intraprendono le azioni giuste oggi, con esperienze digitali collaborative, si stanno preparando per il successo futuro di domani. Man mano che il 5G e la realtà aumentata (AR) si diffondono, il loro impatto renderà ancora più cruciale l’equilibrio tra il cliente e l’azienda.

  • AI and Me

Il secondo trend riguarda la ridefinizione del mercato attraverso la stretta collaborazione tra uomo e AI. Come possono oggi le aziende iniziare a costruire questa relazione? Per facilitare la collaborazione tra uomo e AI, essi devono instaurare una relazione tra uomo e macchina in maniera interattiva, esplorativa e adattabile. Gli uomini, per comprendere le macchine e i loro meccanismi, avranno bisogno di conoscere quale motivo o algoritmo c’è dietro ad una determinata azione. Le macchine, invece, avranno bisogno di interpretare il linguaggio e i comportamenti in maniera sempre più umana.

  • The dilemma of smart things

Il mercato dell’IoT (Internet of Things) prevede di crescere fino a 75 miliardi di Devices connessi nel 2025. Un grosso carico di Beta che le aziende innovative dovranno affrontare con aggiornamenti e update sempre più continui. Soprattutto nel campo della sanità c’è un ampio bisogno di prodotti aggiornati e intelligenti in grado di affrontare le future emergenze.

  • Robots in the wild

Il 48% degli intervistati crede che i robot renderanno la loro vita più semplice; mentre il 39% crede che i robot introdurranno più problemi di quanti ne risolveranno.

Le aziende hanno già constatato i benefici della robotica, dalle produzioni a basso costo alla più alta produttività, incrementando la capacità di analisi. Ora, i mercati stanno guardando alla prossima frontiera della tecnologia robotica.

Sensori avanzati e riconoscimento vocale sono combinati con sistemi a bassi costi per rendere la tecnologia robotica più accessibile per le aziende. Ma introdurre i robot nel mondo include anche una sfida sul talento, la questione dell’interazione uomo-macchina e un banco di prova costituito da tutto il mondo.

Per il momento non tutte le aziende saranno in grado di trovare i talenti di cui hanno bisogno.

  • Innovation DNA

Come il DNA umano, il DNA innovativo di un’azienda è costituito da 3 blocchi: tecnologia digitale matura più commerciale e accessibile; progresso scientifico che spinga le aziende verso i propri confini e ispiri cambiamento; e le emergenti tecnologie DARQ (registri distribuiti, intelligenza artificiale, realtà aumentata e computazione quantistica) che stanno scalando rapidamente.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.